Una occasione da sfruttare

#Iorestoacasa è l’hashtag più diffuso (per fortuna). Tuttavia le chat su whatsapp (e parlo dei prof) sono diventati in certi casi aggregatori e moltiplicatori di ansia. Ma un docente non deve condividere ansia, ma idee ed ottimismo. Ma non è questo il punto…

Il punto è un altro: è vero che stiamo a casa ed in molti casi ci barcameniamo per cercare la soluzione migliore per le videoconferenze (Zoom, Meet, Skype…) e caricare compiti su piattaformi che spesso non vengono nemmeno consultati dagli studenti…

Ma il punto è un altro ancora: quale migliore occasione ad esempio per coloro che devono prepararsi al concorso straordinario e ordinario se non quella di buttarsi al capofitto (ricordiamoci: io resto a casa) per studiare, ripassare, e non per perdere tempo su Whatsapp in disquisizioni da virologo?

Qualche settimana fa ad un collega avevo consigliato la seguente strategia. Considerato che doveva partecipare al concorso, perché non strutturare le prossime lezioni in classe (o in classroom o videoconferenza) sugli argomenti stessi del concorso? Gli argomenti si sa quali sono al 99%, ossia questi:

E chi non deve fare il concorso? Semplice può provare lo stesso ad impiegare il tempo nella costruzione di slides o materiale. Il tempo ora c’è. Tutto qua.

Per alcuni consigli su cosa studiare, ci sono due articoli qui:

Parte 1

Parte 2

L’unico antidoto alla noia, è la conoscenza.