La vendita del vino al cliente

La vendita del vino al cliente

Una volta redatta la carta dei vini, per il wine manager è importante sapere anche come stabilire il prezzo giusto di vendita. In realtà non esiste una regola fissa: nel mondo dei vino esistono invece numerose variabili.

La prima sensazione diffusa tra i clienti è che il prezzo di vendita del vino in bottiglia al ristorante sia troppo alto. Veniamo alle prime variabili: il vino può essere venduto al calice, in bottiglia oppure anche in caraffa (il “vino della casa”), anche se sarebbe più giusto dire “alla spina”.

Solitamente una bottiglia di vino viene ricaricata di due volte e mezzo, mentre il calice cinque volte. Di conseguenza, paradossalmente un calice di vino costa di più in proporzione. Molti ristoratori si stanno attrezzando con dei wine dispenser che permettono di vendere vino al calice, conservando per diverso tempo le bottiglie, una volta aperte. Ciò porterà notevoli vantaggi poiché permetterà di vendere al calice anche vini particolarmente pregiati senza che il cliente necessariamente debba acquistare una bottiglia.

(continua sotto…)

Il tutorial con tutta la lezione è scaricabile dal gruppo riservato