Ho il diploma dell’alberghiero…e poi?

Molti ci chiedono, a parte lavorare in una sala, una cucina o nell’ambito dell’accoglienza turistica, cosa posso fare con il diploma?

Tante cose, dipende.

Vi è appunto il lavoro nell’ambito ristorativo, dal bar, ai ristoranti; dalle navi da crociere e tante altre specializzazioni che ho elencato in questo testo, come si evince dall’indice:

Ma non tutti sanno che non finisce qui, per fortuna. Oltre al proseguo degli studi universitari (ad esempio nel campo della scienza e cultura dell’alimentazione e quella del turismo, tra le tante), si può tentare anche la carta dell’insegnamento (ITP, insegnanti tecnico pratici).

Cosa occorre? Il diploma ovviamente. Qualcuno obietterà che ci vuole anche l’esperienza, ecc. ecc. In parte è vero, in parte no. L’esperienza, soprattutto con la didattica, avviene appunto…con la didattica, ossia facendola. Sarete seguiti per questo, anche perché non si tratta solo di trasmettere nozioni manualistiche (come il vecchio ITP degli anni 70-80-90), ma anche didattica pura, con tutti gli strumenti necessari.

Nel 2020 ci sono due possibilità che si sono aperte.

a) Fino al 31 Luglio è possibile iscriversi al concorso ordinario per titoli (qui c’è un articolo anche su quali argomenti bisognerà prepararsi)

b) iscrizioni alle graduatorie provinciali (il bando è prossimo, ancora non è uscito). E’ possibile iscriversi in una graduatoria di una provincia (oltre per chi è già iscritto, aggiornare il proprio punteggio). Più il punteggio del diploma è alto, maggiori saranno le possibilità

  • Naturalmente si possono fare entrambi i passaggi.

Pensateci.

 

Ecco alcuni link di supporto:

Come si diventa ITP e quali sono le sue mansioni.

– Gruppo Adesso Scuola La Spezia (con consigli e informazioni utili)

– Iscrizione ad Istanze online (gratuito, ma necessario per poter poi aderire alle domande per la graduatoria, ecc).

E’ possibile anche avere un aiuto per questi servizi. Per info: servizieditoriali017@gmail.com