Altro esempio di quesito risolto (B021)

Pubblichiamo la soluzione al quesito 7che potete leggere qui sotto. I quesiti sono 26 in tutto e comprendono anche le risposte che stiamo pubblicando nel gruppo riservato. Sono tratti dall’eserciziario B021 (poche copie disponibili). Per accedere al gruppo bisogna avere l’eserciziario con il codice; per informazioni scrivere a aibmproject@gmail.com. L’eserciziario costa 21,90 spese di spedizione comprese (ed accesso ad area riservata).
Quesito 7 – Il candidato descriva brevemente la progettazione di una unità di apprendimento, per una classe di secondo biennio, alcune Nazioni europee dove vengono prodotti dei distillati di particolare pregio. Accenni alla storia e spieghi come questi prodotti sono diventati celebri, tenendo presente che nel gruppo classe vi è la presenza di alunni stranieri.
Possibile soluzione:
Per questa unità di appredimento partirò innanzi tutto dagli obiettivi: quali sono di preciso? La conoscenza dei due distillati, aumentando allo stesso tempo le varie competenze previste. Per prima cosa definirei quali distillati prendere come esempio. Il primo obiettivo è quello. Inserirei il Cognac (Francia) ed il Gin (Inghilterra). Coinvolgerei ovviamente altre discipline, come Italiano, Storia, le due lingue (Francese ed Inglese) e Scienze e cultura dell’alimentazione. Insieme ai docenti di lingua concorderei una presentazione storica realizzata in inglese e francese, con lo scopo di potenziare la conoscenza dell’idioma. Con Italiano e Storia, si potrebbero affrontare alcuni periodi storici come le Gin Act, le famose leggi che nel Settecento furono emanate per contrastare l’abuso del Gin. Con il Settecento troverei anche degli spunti per collegare la Rivoluzione Francese, in collaborazione con Italiano. Con scienza e cultura dell’alimentazione invece affronteremo il problema delle cosidette “calorie vuote”. Naturalmente l’obiettivo condiviso è quello di migliorare le competenze mirate, in particolare di cittadinanza, degli assi culturali e soprattutto le competenze professionali. I prerequisiti minimi richiesti sono i seguenti: leggere e interpretare semplici testi; produrre semplici testi; conoscenze di base del linguaggio del settore ed elementi base di lingua straniera. Come tempo a disposizione ci siamo prefissati due mesi e per la collaborazione tra i colleghi comunichiamo attraverso Meet (con una riunione a settimana, per un’ora). Per rendere le lezioni più divertenti, utilizzerò degli spezzoni di film dove vengono citati questi distillati, e perché no, anche brandi di letteratura (sempre con l’aiuto di Italiano). Per gli alunni stranieri, fornirò degli strumenti compensativi e delle mappe concettuali che riassumono le caratteristiche dei due distillati citati.